admin Nessun commento

???? ????? ?ℎ? ?? ????? ?? ??? ??????, ?? ?? ????? ?? ?? ???????.
(????? ???????, ?? ?????̀ ??????????)

La piazza è sempre stata, sin dall’antichità, luogo di incontro e di comunicazione, il palco da cui un leader promettente si eleva a guida del popolo, il punto di accentramento di storia e curiosità. Noi tutti apprezziamo la magia della città grazie anche, e soprattutto, all’unicità dei monumenti e dell’architettura delle sue piazze. Ognuna di esse ha, tuttavia, l’affascinante caratteristica di non esistere se non come l’insieme degli elementi che la compongono: è lo spazio di “esistenza” per eccellenza, ma è in realtà marcato dai suoi confini.

Abbiamo trasportato questo concetto dalla città al contesto aziendale. Nelle aziende, la supply chain non esiste se non come l’insieme dei suoi processi: gli acquisti, la produzione, la logistica e le vendite. Sono elementi consequenziali, ma interconnessi fra loro: esattamente come i quattro lati di una piazza.

E poi, abbiamo immaginato di essere dei passanti eterni, in silenzio per intercettare i chiacchiericci e i cambiamenti. Da un po’ di tempo le voci parlano di un percorso in atto: la digitalizzazione dei Supply Network. Abbiamo chiesto, attraverso una survey, ad oltre 65 aziende se hanno in atto una strategia di digitalizzazione e quali sono i fattori che stanno guidando il cambiamento. Per più della metà delle aziende l’obiettivo della digitalizzazione è l’efficienza dei processi.

Abbiamo chiesto quale sia l’area in cui, secondo loro, è prioritario intervenire e il livello di difficoltà nell’attuazione di una svolta digitale. È così che abbiamo scoperto che per tutte le aree della supply chain una transizione digitale comporterebbe un effetto significativo, ma l’adozione delle tecnologie risulta ancora un meccanismo complesso. Rispetto alle altre, l’area della pianificazione è quella in cui la digitalizzazione impatterebbe maggiormente: in essa il livello di assunzione delle nuove tecnologie (come ATP, Inventory Management, Schedulazione, Distribution Planning) è correlato in modo diretto alla loro importanza, ad eccezione dei sistemi APS che vengono riconosciuti come estremamente rilevanti ma il livello di adozione è ancora basso. La produzione, invece, è un’area ancora poco digitalizzata, nonostante il gran numero di tecnologie a disposizione, in cui il peso dei sistemi MES è notevolmente superiore a quello degli altri strumenti (come Automazione, CMMS, IA, Computer vision).

Anche noi, dopo il nostro girovagare, ne siamo usciti più ricchi. Abbiamo condiviso tutto giovedì 26 ottobre 2023, presso il CUOA Business School, all’evento “La trasformazione digitale delle Supply Chain: discussione dei risultati della survey”.

Grazie a chi ci ha accompagnato in questa fantasia.

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *